7 chiavi essenziali per avviare un attività in proprio

admin
admin

I passi per la creazione di una microimpresa

Per far crescere un’azienda, occorre molto di più di una buona idea. Più importante è la persona che guida il progetto. L’imprenditore sarà colui che porterà l’azienda al successo o al fallimento.

Ma non è sempre così. Tutti noi abbiamo talenti, virtù e difetti. Per questo motivo, prima di avviare un’impresa, è bene conoscere se stessi, analizzare cosa rende una persona un buon imprenditore e misurare quali sono le differenze. L’obiettivo: sapere quali sono le aree di miglioramento e iniziare a lavorarci su.

Un buon consiglio è quello di non dedicarsi solo all’azienda fine a se stessa e di proporsi, o proporre il proprio team, come imprenditore. In altre parole, basate tutto su un modello di business personale, affrontando le vostre opportunità e debolezze come fareste con qualsiasi altro progetto o iniziativa commerciale.

Questo vi permetterà non solo di migliorare continuamente voi stessi o il vostro team, ma anche di identificare le vostre carenze o necessità, e quindi di trovare le persone migliori da affiancare o la formazione necessaria.

  10 chiavi per essere un imprenditore di successo

I passi per la costituzione di una società in Messico

Non è che faremo magie, ma è vero che è diventato così facile e così economico avviare un’attività di ecommerce che con un budget molto basso è possibile avviare qualsiasi attività online.

Può sembrare difficile, ma in realtà si tratta solo di verificare se i clienti sono disposti a pagare per il vostro prodotto prima di spenderci troppo tempo e denaro. Indipendentemente dal tipo di attività che si sta avviando, è importante convalidare la propria idea.

Ricevi “8 passi per trasformare il tuo ecommerce in un marchio potente e riconosciuto” nella tua casella di posta elettronica.Ci sei quasi: compila questo modulo e clicca sul pulsante sottostante per ottenere l’accesso immediato.Indirizzo e-mailRicevi aggiornamenti

Sebbene nulla possa sostituire la convalida della vostra idea con la conferma che le persone pagheranno per averla, la ricerca necessaria per completare queste sezioni può essere un’ulteriore prova che siete sulla strada giusta.

È quindi essenziale avere un quadro chiaro dell’investimento totale del vostro denaro prima di spendere un centesimo, perché vi aiuterà a fare importanti proiezioni, come ad esempio quando andrete in pareggio.

  Leadership per imprenditori (III): il consenso è dannoso negli affari

Esempi di costituzione di un’azienda

Una strategia di branding è un piano a lungo termine per lo sviluppo di un marchio forte per raggiungere obiettivi specifici. Si tratta di stabilire dei valori e dei fattori di differenziazione rispetto alla concorrenza, diventando così rilevanti per il proprio pubblico.

Innanzitutto, chiariamo il più grande equivoco sulla strategia di marca: il vostro marchio non è un prodotto, un logo, un sito web o un nome.  In realtà, il vostro marchio è molto più di questo: è qualcosa di intangibile.  Eppure è proprio questa idea difficile da definire che distingue i marchi potenti da quelli che non riescono mai a distinguersi.

“Ogni marchio fa una promessa, ma in un mercato in cui la fiducia dei consumatori è bassa e i vincoli di budget sono elevati, distinguersi dagli altri marchi non significa solo fare una promessa, ma avere un obiettivo definito”, spiega Allen Adamson, direttore dell’ufficio di New York di Landor Associates.

La visione di IKEA non è solo quella di vendere mobili, ma di “migliorare la vita delle persone”. Questa strategia è interessante per i potenziali clienti, in quanto dimostra il suo impegno a fornire valore al di là del punto vendita.

  Imprenditorialità nell impresa culturale

10 passi per la costituzione di una società

Abbiamo chiesto a Francisco Leyton, cofondatore di Living Juice, e a Paul Kisiliuk, partner di Niu Sushi e responsabile per l’innovazione e le nuove imprese, di condividere i loro migliori consigli per aumentare le probabilità di successo di una start-up.

Tenere l’idea sotto chiave per paura che qualcun altro la rubi può finire per soffocare l’attività. Più feedback riceverete, più li commenterete ed esporrete i vostri primi prototipi a valutazioni critiche, più rapidamente capirete se siete sulla strada giusta o se dovete correggere il vostro piano.

Qualsiasi investimento iniziale è complesso, soprattutto se non si dispone di un capitale sufficiente. Per questo motivo, è importante che l’imprenditore abbia un proprio cuscinetto finanziario che gli consenta un certo margine di manovra. Come spiega Francisco, “allora si inizia a preoccuparsi di mitigare i rischi e di trovare un modo per generare risorse il più rapidamente possibile, con meno rischi di commettere errori e di perdere denaro che non ci si può permettere di perdere”.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad