Giornalismo 1.0 VS Giornalismo 3.0

admin
admin

Il vostro Noti 3.0 arriva il giornalismo fatto apposta per voi

I cittadini si sono appropriati dell’informazione giornalistica attraverso i social media. La crisi di credibilità della stampa tradizionale, la messa in discussione dell’obiettività e l’emergere di strumenti digitali accessibili a tutti trasformano il giornalismo in una conversazione dalla quale i cittadini più attivi non vogliono essere assenti.

Internet traboccava di messaggi, informazioni e appelli. Alcuni media hanno seguito in diretta lo sconvolgimento e sono diventati, consapevolmente o meno, agenti di protesta. È stata l’introduzione dei social media, delle smart mob e del potere di agitazione dei superutenti ( 1).

7 luglio 2005. Londra subisce il peggior attacco terroristico. I media tradizionali invitano i cittadini a raccontare le loro storie, a inviare foto e video dai loro telefoni cellulari alla BBC, al Guardian o al Times.

I blogger si sono imposti come cani da guardia del giornalismo e dei media. Ecco perché è meglio essere blogger friendly ( 7) e avvicinarsi ai citizen journalist con umiltà e simpatia. Con strategie di marketing partecipativo e open-source ( 8), è possibile entrare nella conversazione e, quindi, ottenere una maggiore diffusione e influenza nel Living World Wide Web ( 9), il Web semantico ( 10).

  Premi Bitácoras 2014. I migliori blog del web

WEB 2.0

La stampa ha cambiato il modo di trasmettere le informazioni. La radio e la televisione hanno rivoluzionato il mondo della comunicazione. Internet ha reso possibile il giornalismo partecipativo, i giornali online, i media interattivi, il giornalismo digitale o il Giornalismo 3.0.

Il cosiddetto giornalismo 3.0, noto anche come citizen journalism, è quello in cui sono i cittadini stessi a raccogliere, analizzare e diffondere informazioni in modo indipendente, principalmente attraverso vari media digitali come blog, forum, mailing list, ecc.

Dan Gillmor è diventato uno dei maggiori rappresentanti del giornalismo 3.0, fermamente impegnato in nuovi progetti di giornalismo partecipativo, nei blog e in un nuovo modo di fare giornalismo, più personale, più fiducioso nei criteri formati nell’interazione, più incentrato sulla conversazione che sul testo e più partecipativo.

  Qual è il futuro del giornalismo digitale?

Questo nuovo ordine comunicativo consente di ampliare gli strumenti tecnologici per democratizzare l’offerta di informazioni e quindi incoraggiare gli utenti a rivelare, legittimare, negare o diffondere qualsiasi fatto che costituisca una notizia.

Intervista Generacion Web La 2

Per comprendere l’influenza dei blog e dei social network sul giornalismo di oggi, è necessario conoscere la definizione di citizen journalism, chiamato anche giornalismo 3.0, giornalismo partecipativo e giornalismo digitale interattivo. Come suggerito dai diversi

Come suggeriscono le diverse denominazioni, chiunque abbia gli strumenti necessari per diffondere un determinato evento sul web è potenzialmente un giornalista. Un testimone di un evento diventa automaticamente un citizen journalist quando riporta la sua esperienza su un blog o attraverso un social network.

I primi passi del giornalismo sul web non erano altro che una copia delle informazioni pubblicate su carta. Una semplice copia dell’edizione più recente, in modo che il lettore avesse la possibilità di accedere ai contenuti del suo media preferito da qualsiasi luogo, utilizzando un computer collegato a Internet.

  Come realizzare un giornale digitale?

La fase successiva – il giornalismo 2.0 – introduce l’interattività nei siti web dei giornali. Il lettore può ora contattare i media inviando un’e-mail o lasciando un messaggio o un commento in un campo specifico della pagina.

WEB 1.0 – 2.0 – 3.0 – 4.0

Tutte queste attività sono perfettamente valide per essere svolte con o per la stampa digitale. Ma in questa sezione ci concentreremo su un caso più specifico di cybergiornalismo: il cosiddetto “giornalismo 3.0”, il “citizen journalism” o il “giornalismo collaborativo o partecipativo”.

“Si tratta della socializzazione dell’informazione giornalistica, ottenuta grazie agli strumenti digitali. È la terza versione del cybergiornalismo o del giornalismo digitale ed è noto anche come citizen journalism o giornalismo partecipativo.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad