Tendenze post-coronavirus: cambiamenti economici di consumo e sociali: quale sarà il loro impatto?

admin
admin

RISOLUZIONE IMPARO A CASA 2021 – ESPERIENZA 3

Gli imprenditori non possono aspettare che siano gli scienziati e i governi a trovare le risposte e a tracciare il futuro, che cambia ogni giorno. Dobbiamo abbracciare una “nuova normalità” adottando azioni immediate e pertinenti se vogliamo garantire la continuità delle operazioni a clienti, dipendenti e fornitori.

Anche se non si sa quanto durerà l’emergenza sanitaria e le sue possibili implicazioni a lungo termine, è chiaro che cambierà il mondo in generale e in particolare il business tradizionale.

Nel caso della Cina, che è stato il primo paese a superare con successo almeno le prime ondate del virus, ci sono alcuni spunti interessanti per capire come le preferenze, le esigenze e le aspettative dei clienti potrebbero evolvere in altri mercati nei prossimi mesi.

Quando il virus ha iniziato a colpire la popolazione, il cambiamento nelle preferenze dei clienti è stato palpabile; quasi immediatamente, i negozi fisici hanno spostato la loro domanda dai beni discrezionali a quelli di prima necessità, e le persone hanno iniziato a dare priorità alla salute e alla sicurezza rispetto al costo e alla convenienza.

  Cos è il certificato PMP e come ottenerlo

Il mondo della vendita al dettaglio

A causa della natura del virus, la pandemia sarà presente nella nostra società fino a quando non verrà trovata una cura o l’umanità non raggiungerà un certo grado di immunità (attraverso lo sviluppo di un vaccino o l’immunità di gregge).

La produttività del Paese, a causa della pandemia, è diminuita in modo significativo, non solo per ciò che non viene più prodotto, ma anche per ciò che non viene più consumato. Alcune stime calcolano un calo del PIL in Messico fino al ~7%2 come risultato dell’attuale crisi. Per questo motivo, le prospettive del settore sanitario devono essere tra le prime a cambiare per attutire l’impatto.

Alla luce di questa realtà, il governo dovrebbe spostare l’attenzione dalla misurazione del costo sociale della salute alla misurazione del suo valore sociale. Ovvero, quanto ogni persona della popolazione economicamente attiva che è fuori dall’attività produttiva a causa di problemi di salute inciderà sulla diminuzione della generazione di ricchezza in Messico. Come in alcuni Paesi asiatici come Cina, Hong Kong, Taiwan e Singapore, che durante l’epidemia di SARS del 2003 hanno perso in media il 2% del loro PIL3.

  Che cos è una metrica North Star e perché dovreste averne una nella vostra azienda?

Il lato positivo della quarantena: l’esperto guarda alla caduta della crisi economica globale

Le decisioni che i governi prenderanno per riavviare il loro motore economico – compresi i benefici sociali, economici e ambientali a lungo termine che cercheranno di ottenere attraverso i loro investimenti di stimolo – avranno implicazioni di vasta portata per garantire che possano ricostruire meglio e più forte.

Considerare la sostenibilità nel suo senso più ampio significa anche includere criteri a lungo termine come, tra gli altri, la decarbonizzazione, la resilienza e la capacità di adattamento duratura, nonché l’impatto sul capitale fisico, naturale e umano. Per fornire questa guida più dettagliata ai responsabili politici, abbiamo sviluppato una bozza di lista di controllo della sostenibilità (che sarà perfezionata nei prossimi mesi) che i ministeri possono utilizzare per valutare o classificare le proposte di stimolo.

La lista di controllo stabilisce essenzialmente gli aspetti che i governi dovrebbero considerare quando valutano i progetti e si concentrano su quelli più promettenti.    Molti governi dispongono già di elaborati protocolli decisionali, quindi questa lista di controllo deve essere considerata come una guida complementare, parte del nostro contributo alle discussioni in corso sui percorsi di recupero sostenibile.

  Come sarà il futuro delle imprese: le chiavi del lavoro dopo la pandemia

SOLUZIONE 1° E 2° SEC. EXP. 9 ACT.02-CC. SS. Analizziamo

Infine, abbiamo l’impatto diretto che i confinati stanno avendo sulle economie dell’America Latina. In una regione in cui, in media, circa il 50% della popolazione lavora nel settore informale, le limitazioni alla mobilità e la chiusura delle imprese hanno un impatto molto significativo sui loro redditi. In Argentina, ad esempio, gli analisti stimano che per ogni mese di quarantena la produzione di quel mese si riduce del 50%. Ciò significa che per ogni settimana di quarantena il PIL si riduce dell’1%. Non è un caso che una delle discussioni politiche più importanti nei Paesi dell’America Latina riguardi la durata del confino e la graduale apertura dell’economia. Paesi come il Messico e il Brasile hanno dato più importanza al mantenimento dell’attività economica che al controllo della pandemia; tuttavia, non è chiaro quale sarà l’esito di questo atteggiamento se la situazione sanitaria finirà per sfuggire di mano, rendendo più costoso il contenimento, sia dal punto di vista economico che politico. Il grafico 5 mostra l’importanza dell’economia informale in America Latina rispetto ad altre regioni emergenti e rileva che è seconda solo all’Africa sub-sahariana.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad