I lavoratori e le aziende sono pronti per il telelavoro?

admin
admin

Gestione e motivazione del team di ritorno al lavoro

Tra l’11 e il 12 marzo 2020 abbiamo intervistato 1000 dipendenti a tempo pieno di aziende con più di 200 dipendenti. L’obiettivo? Per scoprire come i dipendenti, i manager e le diverse generazioni percepiscono il lavoro a distanza e quanto le loro aziende sono preparate ad affrontare il telelavoro diffuso e obbligatorio a causa della pandemia.

La nostra indagine ha rivelato che quasi la metà della forza lavoro (49%) dichiara di non aver mai lavorato da casa. Un altro 23% dichiara di lavorare da casa solo in circostanze particolari, come quando deve assistere i figli malati o in caso di condizioni meteorologiche estreme. Il 9% degli intervistati dichiara di telelavorare a tempo pieno, mentre il 9% telelavora solo alcuni giorni alla settimana.

Con la maggioranza dei dipendenti che non lavoreranno mai da casa, le aziende devono identificare le nuove sfide di produttività che i membri del loro team dovranno affrontare. Sostenete i vostri collaboratori fornendo loro le migliori pratiche di telelavoro, aiutandoli a stabilire dei limiti e assicurandovi che comprendano i loro obiettivi.

  I migliori corsi gratuiti e sovvenzionati per i disoccupati

La comunicazione aziendale interna nell’era COVID-19

Il telelavoro è entrato nelle nostre vite inaspettatamente, ma la tecnologia e il mondo digitale lo avevano in serbo per noi. La possibilità di lavorare da casa non è solo un must per molte aziende, ma anche un’opportunità in tempi di coronavirus.

Si dice che entrambe le parti ci guadagnino: l’azienda per la produttività e i lavoratori per la comodità di lavorare da casa o da qualsiasi altro luogo in cui abbiano creato il loro ufficio. Tuttavia, ci sono diversi interrogativi su chi esercita il ruolo di gestione, controllo e supervisione dell’azienda o di prevenzione dei rischi professionali. Sarà questo il futuro del lavoro nel mondo o non siamo ancora pronti?

È davvero necessario andare in ufficio per svolgere lo stesso lavoro davanti al computer? MOOC su Telelavoro e organizzazione di team offshoreImpara a gestire il telelavoro in aziendaVoglio iscrivermi!

Ovviamente il lavoro a distanza richiede attrezzature informatiche e una connessione continua alla rete, cosa che tutte le aziende dovrebbero già avere se vogliono affrontare il cambiamento. Come sarà il telelavoro nell’era post-coronavirus? Le aziende saranno più consapevoli della necessità del cambiamento?

  In che modo i rapporti di lavoro influenzano il personal branding?

Mobiliare: Telelavoro – realtà o moda?

La realtà è che alcune aziende sono ancora riluttanti a causa di vari fattori, come la cultura organizzativa, la possibile perdita di sicurezza dei dati critici o la diminuzione della produttività. Tuttavia, è giunto il momento di vedere le tecnologie “Digital Workplaces” come veri e propri alleati per superare qualsiasi sfida. Si tratta di quattro pilastri da considerare per consentire politiche flessibili:

Con la definizione di questi quattro pilastri, le organizzazioni saranno in grado di massimizzare i benefici del telelavoro o del lavoro a distanza in termini di produttività, equilibrio tra vita privata e lavoro e sostenibilità. In particolare, l’aumento dell’equilibrio tra lavoro e vita privata e la possibilità per i dipendenti di autogestire il proprio tempo di lavoro si traducono in un maggiore benessere dei dipendenti, che porta a un maggiore impegno nei confronti dell’azienda. D’altra parte, meno viaggi riducono le emissioni di CO2 per dipendente e l’azienda risparmia sul carburante.

  Tutto sulle politiche di comunicazione e sulla gestione delle crisi reputazionali

HOME OFFICE La nuova rivoluzione industriale, di Laura

Il telelavoro è stato uno dei temi più importanti nel contesto del coronavirus, poiché molte aziende hanno chiesto ai loro dipendenti di lavorare da casa. Tre sono le questioni chiave di questo dibattito, che racchiudono alcuni dei vantaggi e degli svantaggi del telelavoro: l’orario di lavoro, l’equilibrio personale-professionale e la produttività. In primo luogo, sebbene offra una maggiore flessibilità negli orari di lavoro, il telelavoro rende più difficile definire da che ora a che ora si lavora, il che può avere effetti negativi sulla nostra salute mentale e fisica. In secondo luogo, sebbene il telelavoro possa essere visto come uno strumento che ha effetti positivi sull’equilibrio tra lavoro e vita privata, può anche finire per avere l’effetto opposto se i confini tra queste due sfere sono sfumati (soprattutto perché, come già detto, oggi le persone telelavorano con i figli a casa). In termini di produttività, gli effetti del telelavoro dipendono da fattori quali l’agilità dei sistemi di informazione e comunicazione dell’azienda, la cultura aziendale e la capacità dei supervisori di supportare il lavoratore.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad