Come costruire un team di lavoro per una startup che funziona

admin
admin

Lavorare in una startup come sviluppatore

Che abbiate già lanciato la vostra startup o che siate in fase di lancio, una delle cose più importanti è costruire e sviluppare un grande team: equilibrato, di talento, impegnato e che condivida la visione. E la scelta giusta è fondamentale, perché questo è il gruppo che getterà le fondamenta su cui costruire tutto… e voi non volete costruire su fondamenta deboli, vero?

Non credo che questo sia un esempio perfetto di come farlo, ma qualche settimana fa abbiamo pubblicato su Startupxplore un’offerta (ispirata dai nostri amici di Selltag) in cui abbiamo cercato di cogliere alcuni di questi principi…

Creare team epici

Il caso Apple si ripete ogni giorno nelle startup che costruiscono un’impresa. La parte fondamentale, fin dall’inizio, è creare un team fondatore forte, esperto e collegato. Ma come si fa a creare un team di fondatori?

Lo sviluppo di una startup comporta l’assunzione di persone. Ogni fase di sviluppo richiede caratteristiche di talento diverse. Ad esempio, una fase di avvio non richiede lo stesso profilo di talento di una fase di crescita accelerata. Nell’assumere il personale bisogna sempre considerare lo stadio di sviluppo in cui ci si trova e i piani futuri. Il pool di talenti potrebbe provenire da referenze personali, reti aziendali e pubblicazioni di descrizioni delle mansioni richieste su piattaforme come Michael Page, Indeed, Linkedin, ecc. Se l’azienda è in rapida crescita, è probabilmente consigliabile avvalersi non solo dei servizi di un cacciatore di teste, ma anche di una startup che si occupa di gestire il processo di reclutamento e selezione, come Upwork, Torch, Handshake, Adia, ecc.

  Imparare a fare un Elevator Pitch in 5 passi

120.000 euro gratis per la mia startup? sì, è possibile! grazie al

Il gruppo che getterà le basi dell’azienda è il più importante; da esso dipendono le decisioni chiave che possono portare la startup al successo o al fallimento. Quindi, prima di iniziare l’avventura dell’avvio di un’impresa, è utile sapere quale team multidisciplinare è necessario quando si avvia un’attività e come formare un team di startup per garantire una buona base da cui partire.

Il team perfetto per una start-up inizia con la ricerca di profili diversi, capaci di affrontare le sfide che dovranno essere superate. Non è importante avere 5 persone esperte di analisi, ne bastano una o due. Le risorse devono essere distribuite con saggezza e in questo contesto dovremo chiederci: di cosa ho bisogno per iniziare?

  Come gestire il capitale della startup in tempi di crisi

Il “grande team” sarà quello che saprà cercare la varietà e includerà persone con profili professionali e personali complementari. Non è importante che tutti la pensino allo stesso modo, ma piuttosto che le idee emergano, vengano valutate e discusse per combinarle e scegliere l’opzione migliore.

È una posizione che sembra molto importante ma, una volta coinvolti nella creazione della startup, vi renderete conto che non è così importante, perché l’obiettivo è che siate tutti amministratori delegati di ciò che state creando e che siate coinvolti con lo stesso slancio del creatore dell’idea. Ai fini teorici, ma non pratici, il CEO sarà il leader del progetto e, sicuramente, quando si tratterà di prendere decisioni importanti, la sua opinione avrà più peso di quella degli altri, ma non sempre.

Passo dopo passo per creare una startup

Per convalidare la correttezza o meno di queste ipotesi, è necessario testarle conducendo ricerche primarie (sondaggi, interviste, focus group, ecc.) e secondarie (teoria, letteratura, ricerche, ecc.). Tuttavia, ci sono ipotesi che possono essere convalidate solo dopo il lancio del progetto sul mercato, quando i clienti provano il prodotto o il servizio.

  Come scegliere una sala riunioni per un imprenditore?

Ai fini di questo articolo mi concentrerò sui primi tre, ovvero che non c’è bisogno del prodotto sul mercato, che mancano o sono a corto di denaro e che non hanno le attrezzature giuste.

Il primo motivo per cui la maggior parte delle startup fallisce è legato al fatto che l’ipotesi non è stata ben formulata o testata. In altre parole, la startup non è riuscita a dimostrare che il suo prodotto è un Product Market Fit (PMF), un elemento determinante per sapere se il progetto imprenditoriale può diventare un’impresa.

Nella fase iniziale, il denaro può presentarsi sotto diverse forme. Naturalmente, l’ideale sarebbe che il progetto generasse un reddito proprio, ma questo è difficile senza un certo investimento. L’importante è non perdere di vista il fatto che ottenere l’investimento è importante quanto gestire bene il denaro.

Questo sito web utilizza i propri cookie per il suo corretto funzionamento. Facendo clic sul pulsante Accetta, l\\\'utente accetta l\\\'uso di queste tecnologie e il trattamento dei suoi dati per questi scopi.    Ulteriori informazioni
Privacidad